Con l’arrivo dell’autunno e dei primi cali di temperatura aumenta a dismisura la probabilità di prendersi il mal di gola. Se non fosse necessaria la prescrizione medica e si trattasse di un fastidio non accompagnato da febbre e tosse, si può ricorrere ai classici rimedi naturali della nonna per fermare l’infiammazione in atto.

Ecco 5 rimedi naturali che vi eviteranno di dover ricorrere al solito sciroppo:

liquirizia

Liquirizia: basta masticarne un pezzettino, meglio se pura per evitare gli zuccheri delle caramelle, e darà sollievo immediato alla gola grazie alle sue proprietà espettoranti, calmanti e antinfiammatorie. Fare gargarismi con una soluzione a base di acqua e liquirizia non solo può alleviare il mal di gola ma ne previene l’insorgenza. Attenzione ad usarla con moderazione se soffrite di pressione alta.

acqua

Acqua calda: è un altro dei rimedi naturali vincenti contro la gola in fiamme, accompagnata da miele oppure sale. Si consiglia di aggiungere del miele in acqua calda e di fare gargarismi con il liquido ottenuto più volte al giorno. In alternativa potete sorseggiare ogni tanto del succo di limone con un cucchiaino di miele.

L’Università del Connecticut ritiene che fare gargarismi con acqua calda e sale aiuti a sconfiggere mal di gola e catarro poiché coadiuva all’eliminazione dei batteri nella gola. Le dosi: ½ cucchiaino da tè di sale in un bicchiere di acqua calda.

aglio

Aglio e peperoncino: anche se questo non gioverà alle vostre pubbliche relazioni, abbondate con questi due ingredienti: il primo ha proprietà antibiotiche naturali, il secondo invece fornisce all’organismo vitamina C in dosi massicce.

 cannella

Cannella: in una tazza d’acqua mettete della cannella in polvere (meglio se ne spezzettate un po’ dal bastoncino) e aggiungete del pepe e del miele. Grazie alle sue proprietà antibatteriche, la cannella allevierà i fastidi del mal di gola.

salvia

Salvia: questa erba aromatica dalle proprietà balsamiche, antisettiche e antibatteriche è un vero toccasana per la vostra gola. Lasciate in infusione per dieci minuti 10 foglie di salvia in mezzo litro di acqua calda e una punta di aceto o di miele; con il decotto filtrato fate gargarismi almeno 3 o 4 volte al giorno.

 camomilla

Camomilla: la sera, prima di andare a letto, potete finire la giornata con una camomilla, aggiungendo magari a piacere un po’ di miele e una spruzzata di limone.