Scheda azienda De Matteis - quotidiano sostenibile
De Matteis Agroalimentare:
Via Amoretta – Parco S. Nicola N.6/E 83100 Avellino

FATTURATO:
110,2 mln € (2014)

MARCHI PRESENTI:
Baronia, De Matteis, Donna Vera, Grano Armando

INFORMAZIONI GENERALI

L’azienda, specializzata nella produzione di pasta secca,  nasce nel 1993 quando le famiglie De Matteis e Grillo acquisiscono un molino-pastificio creando la De Matteis Agroalimentare. Oggi è il primo pastificio campano per volumi di produzione ed uno dei primi cinque in Italia. Collocata in un’area a vocazione agricola e cerealicola, la provincia di Avellino, al confine con le più vaste colture di grano di Puglia e Basilicata, De Matteis Agroalimentare è uno dei pochi produttori italiani a ciclo integrato di trasformazione grano-pasta, con mulino proprio, in un panorama, quello italiano, in cui meno del 10% dei produttori di pasta hanno un mulino di proprietà.
I marchi aziendali (Baronìa, Grano Armando, Donna Vera) sono  distribuiti sia in Italia che all’estero. In Italia la De Matteis fornisce le insegne della grande distribuzione organizzata (es. Pam Panorama). I dipendenti dell’azienda sono circa 150.

AREE DI PRODUZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE

Il nuovo stabilimento di Flumeri (AV) occupa una superficie di 65mila mq e integra molino e pastificio.  Gli agricoltori coinvolti nella filiera grazie al protocollo “filiera Grano Armando” sono oltre 950 distribuiti in 9 regioni per un totale di 11,400 ettari coltivati che rendono 24mila tonnellate di grano pari a 16 mila tonnellate di pasta.
La pasta a marchio Baronia (10% della produzione) viene distribuita in Italia e all’estero. La pasta prodotta per le private labels (90% della produzione) fornisce le catene distributive italiane (25%), inglesi (30%), tedesche (30%), americane (10%) e giapponesi (5%).

SOCIETÀ E AMBIENTE

Filiera Nelle intenzioni della De Matteis Agroalimentare il protocollo alla base della filiera Grano Armando “trasforma i fornitori in primi attori di un modello di agricoltura sostenibile e solidale, nato dalla sinergia tra la De Matteis, Syngenta, multinazionale dell’agricoltura e Coseme, azienda sementiera di Foggia“. L’adesione al protocollo prevede l’acquisto del raccolto a un prezzo garantito superiore a quello di mercato e un bonus se il grano ha un maggiore indice proteico.

Dal punto di vista della responsabilità sociale, oltre al richiamo nella vision aziendale (“ottenere che l’azienda si posizioni stabilmente nel gruppo del proprio settore a livello nazionale e internazionale, costruendo un’immagine etica e di alta qualità”), la De Matteis Agroalimentare si è dotata della certificazione etica SA8000. In tal senso, tra gli aspetti più interessanti da segnalare quello relativo al coinvolgimento degli stakeholder ed in particolar modo dei fornitori, ai quali è stato inviato un questionario di valutazione dei requisiti di responsabilità sociale.

Ambiente Dal punto di vista ambientale, a parte un richiamo nel documento riportante la politica integrata dell’azienda, in cui si parla di “tutela dell’ambiente, processi sostenibili, in grado di prevenire e minimizzare l’inquinamento, attraverso il miglioramento continuo delle proprie prestazioni“, non vi sono riferimenti puntuali relativi alle performance ambientali dell’azienda.

CERTIFICAZIONI

Nonostante sul sito ufficiale sia disponibile il documento contenente la politica integrata per la qualità, l’ambiente e l’etica dell’azienda, non ci sono riferimenti puntuali ai certificati conseguiti. Nel database nazionale delle certificazioni ISO (Accredia) l’azienda risulta comunque essere certificata secondo i seguenti standard:

  • ISO 9001:2008
  • ISO 14001:2004

Sempre sul sito è disponibile il riesame della norma SA8000 sulla responsabilità sociale (riferito al 2014).

FONTI

Pasta Baronia
Grano Armando
Corriere della Sera – “Il grano è duro, il business è morbido (8 dicembre 2014)
Aziendeinfiera.it
Accredia
Il Giornale della Logistica – visto su beta80group.it

ATTENZIONE: il voto di questa scheda potrebbe basarsi su dati incompleti poiché l'azienda
NON HA ANCORA RISPOSTO AL QUESTIONARIO