Finagricola:
Finagricola Soc. Coop. Sede legale e Magazzino: Viale Spagna - Zona Industriale - 84091 Battipaglia (SA)

FATTURATO:
39,5 mln € (2014)

MARCHI PRESENTI:
Così Com'è, Finagricola, GranGusto, SiamoVita

INFORMAZIONI GENERALI

Il Gruppo Finagricola nasce in provincia di Salerno come cooperativa di agricoltori nel 1986 per la produzione, il confezionamento e la distribuzione di verdure e ortaggi freschi. Oggi conta 12 soci e ha una base produttiva di 24 aziende agricole (in tal senso il sito ufficiale non permette al consumatore di conoscere quali sono le aziende socie del gruppo).

AREE DI PRODUZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE

Finagricola dispone di 3 stabilimenti produttivi (uno per la lavorazione dei prodotti ortofrutticoli freschi e gli altri due rispettivamente per la produzione e l’etichettatura e stoccaggio delle conserve alimentari), 30 siti agricoli (tutti certificati Globalgap), di proprietà dei 9 soci della Cooperativa, con una superficie netta di circa 320 ettari e ubicati nella Piana del Sele (Salerno) nel raggio di 30 km dagli stabilimenti di produzione.  La ccoperativa inoltre si avvale di un vivaio  che produce esclusivamente per le aziende agricole socie di Finagricola.

Il Gruppo Finagricola opera sul mercato nazionale e in molti mercati esteri, in particolare in Germania, Austria e Svizzera. Nei canali di vendita di alta qualità l’azienda punta su Inghilterra, Sudafrica, Australia e Stati Uniti.

SOCIETA’ E AMBIENTE

Sostenibilità sociale Finagricola ha adottato il modello  Grasp (Globalgap Risk Assessment on Social Practice), uno standard volontario, sottoposto a verifica da parte di un ente di terza parte, concepito per la valutazione degli indicatori sociali.  Tale standard, finalizzato all’adozione di un modello di sviluppo sostenibile, è stato implementato sia presso i tre stabilimenti produttivi che presso tutte le 30 aziende agricole di Finagricola.

Filiera Le materie prime lavorate da Finagricola provengono esclusivamente dalle aziende agricole socie della cooperativa, con un “presidio della filiera produttiva totale,  dai  semi, alle piantine (vivaio), alle attività di trapianto, coltivazione e  raccolta (aziende agricole), alla produzione e commercializzazione dei prodotti finiti, ortaggi freschi e conserve alimentari (stabilimenti di produzione)“.
Il gruppo ha attivato un sistema di comunicazione aperta con il mercato per assicurare ai consumatori la totale trasparenza sull’iter temporale e spaziale seguito da ciascuno dei suoi prodotti. Il consumatore può attraverso il sito di Finagricola conoscerne l’appezzamento di provenienza, le cure e le tecniche di coltivazione, i controlli, il percorso logistico seguito ed altre informazioni sul prodotto confezionato acquistato.

Fornitori L’azienda non adotta criteri di tipo etico ambientali per la selezione dei fornitori.

Ambiente Il Gruppo Finagricola, come si legge nel sito ufficiale, costruisce la sua identità sul “totale rispetto dell’uomo e della natura“. Il metodo della “lotta integrata” rappresenta un modo di fare agricoltura secondo una concezione di ecosostenibilità: il limitato uso di prodotti chimici viene integrato con metodi agronomici e biologici ecocompatibili. 

Risorse idriche Nel 2015 è stato realizzato un impianto di depurazione con tecnologia MBR che consente mediante membrane di ultrafiltrazione di ottenere acqua utilizzabile per processi tecnologici quali raffreddamento di apparecchiature elettriche. L’impianto è stato avviato nel 2016. Non sono perciò quantificabili risparmi idrici nel 2015. La stima sarà possibile dall’anno 2016.

Energia Presso gli stabilimenti produttivi di Finagricola sono stati istallati impianti fotovoltaici, che coprono circa il 50% del fabbisogno di energia elettrica, ed un impianto di trigenerazione. Tale politica di incremento delle energie rinnovabili è stata avviata anche presso le aziende agricole socie della Coop.

Rifiuti La quantità di rifiuti è passata dalle 97 tonnellate del 2012 alle 294 del 2014. Tale aumento è imputabile all’avvio della linea di produzione delle conserve. Finagricola, pur non fornendo dati più precisi, fa comunque sapere che “sono aumentate le quantità di rifiuti inviati a recupero grazie al miglioramento del loro grado di differenziazione“.

 

CERTIFICAZIONI

ISO 9001:2008
ISO 22005:2008
BRC
IFS
GlobalGAP
Politiche aziendali per la Qualità, Sicurezza Alimentare, Ambiente, Sicurezza sul Lavoro ed Etica

 

FONTI

Gruppo Finagricola
Italia Fruit News
Questionario di Quotidiano Sostenibile