Grandi Salumifici Italiani:
41126 Strada Gherbella, n. 320 , Modena

FATTURATO:
652 Milioni di Euro (2013)

MARCHI PRESENTI:
Casa Modena, Cavazzuti, Fratelli Parmigiani, Giravolte, Grandi Salumifici Italiani, Senfer

Grandi Salumifici Italiani è un’azienda con sede a Modena, nata da come joint venture nel 2000 tra la cooperativa emiliana Unibon e l’altoatesina Senfter. Attualmente è un gruppo alimentare attivo nella produzione di salumi, composto da 3 società italiane (GSI, Fratelli Parmigiani e Gruppo Alimentare in Toscana) e 4 esteri (Germania, Francia Austria e Cina).

Gsi è composta: per il 50% da Senfer, gruppo che fa capo alla omonima famiglia altoatesina la cui linea produttiva è passata a GSI e che compare nella lista delle imprese interpellate da Greenpeace che non hanno saputo garantire l’assenza di OGM nella filiera produttiva.Per l’altro 50% da Unibon, società partecipata principalmente da Cooperare Spa e Italcarni di cui verosimilmente GSI si avvale come fornitore di materie prime.
Grandi Salumifici Italiani opera attraverso i marchi: Senfer, Cavazzuti, Gasser, Fratelli Parmigiani (salumi e wurstel), Casa Modena (carni, piatti pronti) Giravolte (piatti pronti).

Produzione, vendita e distribuzione occupano circa 1800 persone in 12 stabilimenti tra Toscana, Emilia Romagna ed Alto Adige.
In Italia è al primo posto nella produzione di salumi con oltre 100 mila tonnellate di prodotti, pari al 6% del mercato nazionale. Non possiede allevamenti propri ma acquista da fornitori esterni  le carni di cui non è nota l’origine geografica.

Nella sezione “sostenibilità” del sito internet GrandiSalumificiItaliani.it, si legge: “Coniugare crescita e sostenibilità è il nostro impegno per lo sviluppo futuro. Per questo motivo, Grandi Salumifici Italiani ha investito nel rinnovamento degli impianti, che ha portato ad una specializzazione per famiglia di prodotto nei vari stabilimenti. Gli investimenti hanno permesso un abbattimento degli sprechi, ma anche un risparmio energetico e quindi ambientale. Uno sforzo necessario per raggiungere la massima efficienza ed essere pronti alle nuove richieste del mercato”.

Successivamente si fa riferimento al progetto “Carni Sostenibili”, con relativo link al sito dedicato. Sul sito sono presenti informazioni e studi riguardo impatto ambientale del consumo di carne in senso esteso. Si legge: “Nato dalla comunione di intenti delle tre principali associazioni di categoria, Assocarni, Assica e Unaitalia, il sito si propone di trattare in modo trasversale tutti gli argomenti legati al mondo delle carni”.

ATTENZIONE: il voto di questa scheda potrebbe basarsi su dati incompleti poiché l'azienda
NON HA ANCORA RISPOSTO AL QUESTIONARIO