Kellogg’s:
1 Kellogg Square Battle Creek, Michigan, 49016-3599, Usa.

FATTURATO:
13,19 miliardi di Dollari (2011)

MARCHI PRESENTI:
All Bran, Choco Krave Kellogg's, Kellogg's Coco Pops, Pringles, Special K

INFORMAZIONI GENERALI

Kellogg Company è una multinazionale statunitense leader nelle produzione di snack (circa un terzo del fatturato) e cereali per la prima colazione (metà del fatturato). Si compone di circa 200 società controllate da Kellogg Company, Delaware, USA. Il controllo del gruppo è esercitato dalla Fondazione Kellogg’s (23,2% del capitale), mentre gli altri azionisti rilevanti sono la fondazione George Gund III con l’8,7% e il fondo di investimento KeyCorp con il 7,5%. La rimanente parte del capitale è frammentata tra migliaia di azionisti, nessuno dei quali possiede quote superiori al 5%. In Italia opera invece tramite Kellogg Italia Spa (Vimercate, Milano), impiegando circa 100 dipendenti.

AREE DI PRODUZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE

Kellogg impiega circa 31mila persone in oltre cinquanta stabilimenti in 18 paesi diversi paesi, tra i quali compaiono Cina, Russia, Colombia, Messico, Thailandia, Malaysia, Turchia, mentre la capogruppo è domiciliata in Delaware. Su circa 200 filiali, 48 sono domiciliate in Delaware (Stati Uniti), 6 in Lussemburgo, 5 in Irlanda, 3 alle Bermuda, 2 in Olanda, 1 a Hong Kong, 1 alle Barbados, 1 alle Isole Vergini, 1 a Singapore, 1 a Malta, 1 a Cipro, 1 in Svizzera, 1 in Ungheria, 1 in Sudafrica, 1 nella Costa Rica.

SOCIETÁ E AMBIENTE

Per quanto riguarda l’utilizzo di Ogm, il Gruppo mantiene una politica permissiva, ma variabile da paese a paese: “La scelta sull’uso di Ogm viene fatta paese per paese. Tuttavia c’è un largo consenso da parte della comunità scientifica sul fatto che non ci sono rischi all’utilizzo di tali ingredienti”. (Lettera di risposta dell’amministratore delegato di Kellogg al presidente dell’Organic Consumers Association, 27 giugno 2008).

Filiera Kellog’s adotta un Codice di Condotta per tutti i fornitori a livello globale suddiviso in 5 categorie (Integrità, Qualità Salute e Sicurezza, Diritti dei lavoratori, Sostenibilità e Pratiche gestionali). Per quanto riguarda l’olio di palma il gruppo afferma di rifornirsi di tale materia prima in maniera responsabile avvalendosi di produttori aderenti al RSPO (Tavola Rotonda per l’olio di palma sostenibile).

Ambiente L’impegno di Kellogg verso l’ambiente è monitorato dal Responsabile Sostenibilità e dalla Commissione per la responsabilità sociale, facenti parte del Consiglio di Amministrazione della società stessa. Quasi tutte le confezioni dei cereali sono realizzate al 100 percento in cartone riciclato.

Altre iniziative Sul sito internet kelloggs.it, il Gruppo pubblicizza il programma Breakfasts for better Days, attraverso il quale vengono donati snack e cereali a “bambini bisognosi”, indicando loro le corrette abitudine alimentari. Si legge sul sito: “Breakfasts for Better Days pone la riduzione della fame, in particolare a colazione, come la nostra causa più importante. La nostra aspirazione è quella di essere la più importante azienda sostenitrice della prima colazione. Kellogg mira a fornire 1 miliardo di porzioni di cereali e snack, di cui oltre la metà prime colazioni, ai bambini e alle famiglie in difficoltà in tutto il mondo entro la fine del 2016. Nel primo anno dell’iniziativa, abbiamo donato più di 400 milioni di porzioni di prodotti, di cui 230 milioni di colazioni”.
Inoltre, sempre sul sito, è scritto che nel 2013, in Italia, Kellogg ha fornito oltre un milione e mezzo di porzioni di cereali e snack alle Onlus, come centri di redistribuzione alimentare, che sul territorio aiutano le famiglie in difficoltà. Si tratta, in questo caso, di prodotti che non possono essere venduti attraverso i tradizionali canali di vendita (Per approfondire Kellogg Company | Corporate Responsibility Report).

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

Insieme a molte altre multinazionali (Barilla, Cadbury, Cargill, Coca-Cola, Kraft, Danone, Ferrero, General Mills, Mars, Heineken, Heinz, Nestlé, Procter & Gamble, PepsiCo, Unilever) Kellogg aderisce Confederazione delle industrie agroalimentari dell’Unione europea, associazione rappresentante  degli interessi di categoria nei confronti delle istituzioni europee e internazionali. Nel 2010 la Confederazione ha speso oltre un miliardo di euro per impedire (riuscendoci) che passasse una proposta del Parlamento europeo volta all’introduzione di maggiori parametri utili a indicare il contenuto di grassi degli alimenti venduti e tesa a introdurre un sistema di bollini rossi e verdi per segnalare gli alimenti da evitare o accettare in base al loro contenuto di grassi (EuropeanVoice. com dell’11 marzo 2010, citato su www.corporateeurope.org).
Kellogg’s è tra le multinazionali che investe più denaro per azioni di tipo lobbistiche, volte a influenzare le decisioni parlamentari negli Stati Uniti: nel 2014 sono stati spesi da Kellogg’s quasi 2 milioni di dollari a tal proposito (fonte: OpenSecret.com). E’ inoltre uno dei principali fornitori di beni di consumo delle forze armate statunitensi. Nel 2010 il valore complessivo dei beni ceduti è stato pari a 87 milioni di dollari (www.usa- spending.gov).

FONTI

Guida al consumo critico
wikipedia.com
Sito italiano
opensecret.com
usaspending.gov

ATTENZIONE: il voto di questa scheda potrebbe basarsi su dati incompleti poiché l'azienda
NON HA ANCORA RISPOSTO AL QUESTIONARIO