FUNZIONE: Conservante, Acidificante

COS’È

L’acido acetico (noto anche come acido etanoico) è un composto chimico organico conosciuto per conferire all’aceto il suo caratteristico sapore e odore. Dal 2016 se utilizzato come additivo può essere indicato in etichetta anche come “aceto”, denominazione riservata prima solo al prodotto derivante da fermentazione da prodotti agricoli.
Soluzioni diluite di acido acetico sono utilizzate anche per la loro bassa acidità.

L’acido acetico può essere ottenuto mediante processi di sintesi o naturali: quello in commercio è ottenuto dalla fermentazione batterica (grazie ad Acetobacter e Clostridium acetobutylicum) dello zucchero, melassa o alcol, o dalla sintesi chimica dell’acetaldeide.

UTILIZZI NELL’INDUSTRIA ALIMENTARE

Nell’industria alimentare, questa sostanza è impiegata come additivo conservante acidificante, contro l’azione di funghi e batteri, soprattutto nell produzione di pane conservato. In etichetta viene segnalato con il codice E260.
Oltre ad essere usato come additivo alimentare, esso può essere impiegato anche per aumentare la solubilità di oli e resine, nella fermentazione del pane per ostacolare, grazie alla sua azione acidificante, lo sviluppo dei microrganismi indesiderati.

SALUTE

Non sono registrati ad oggi effetti negativi sulla salute.