COS’È

Classificato come E120, il rosso cocciniglia è un colorante ottenuto dalle femmine di un insetto tipico del Sud America, il Dactylopius coccus, che si ciba di una particolare varietà di cactus e che secerne un liquido molto denso e di colore rosso per difendersi dai predatori. Può essere estratto in due varianti: E120(i), ovvero direttamente dagli insetti (dal colore più puro e intenso) o dalle uova dell’insetto (dal colore meno intenso)., Nel primo caso gli insetti vengono uccisi tramite immersione in acqua calda (o vapore), vengono quindi essiccati e tramite solventi se ne ricava il caratteristico colore rosso.

Per ottenere 1 Kg di cocciniglia servono all’incirca 100mila insetti.

UTILIZZO NELL’INDUSTRIA ALIMENTARE

In campo alimentare viene usato per dare colore rosso a bibite, gelati, yogurt, dolci, liquori (come Aperol e Campari) e gelatine.
Dato l’elevato costo di produzione, il rosso cocciniglia viene spesso sostituito con coloranti di sintesi.

SALUTE

Nei soggetti sensibili è possibile che la cocciniglia possa provocare eruzioni cutanee e in alcuni casi addirittura shock anafilattico.

La dose giornaliera consigliata è di circa 5 mg per kg di peso corporeo.

Da sottolineare come non trattandosi di un prodotto di origine vegetale, ne andrebbe segnalata la presenza ai consumatori vegani e vegetariani.