FUNZIONE: addensante, antiagglomerante, emulsionante, fibra vegetale

COS’È

La cellulosa è il principale polisaccaride e costituente del legno e di tutte le strutture vegetali. È negli anni ’60 che la cellulosa comincia a venire utilizzata come ingrediente alimentare, in particolare come sostituto dei grassi per la preparazione di creme e dessert. Data la sua scarsa solubilità in acqua nel corso degli anni furono sviluppati dei derivati della cellulosa per permettere all’industria alimentare di sfruttarne al meglio le proprietà. Tra questi rientrano la metilcellulosa (E461), la carbossimetilcellulosa, l’idrossipropilcellulosa e l’idrossipropilmetilcellulosa (E464). Si divide in due sotto-gruppi:

  • E460 (i): Cellulosa cristallina
  • E460 (ii): Polvere di cellulosa

UTILIZZI NELL’INDUSTRIA ALIMENTARE

La cellulosa viene impiegata come additivo alimentare (sigla E460) principalmente come addensante, fibra alimentare, antiagglomerante ed emulsionante.

SALUTE

La cellulosa pur essendo insolubile può essere fermentata nell’intestino largo. Ad alte concentrazioni può essere causa di alcuni problemi intestinali (gonfiore, costipazione e diarrea) ed è per questi motivi che non può essere usata negli alimenti per lo svezzamento.